Warning: include(/web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/gallery/content/2007/ajax.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/index.php on line 112

Warning: include(/web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/gallery/content/2007/ajax.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/index.php on line 112

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/gallery/content/2007/ajax.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php/') in /web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/index.php on line 112

Warning: include(/web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/press/wp-includes/images/ajax.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/index.php on line 115

Warning: include(/web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/press/wp-includes/images/ajax.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/index.php on line 115

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/press/wp-includes/images/ajax.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php/') in /web/htdocs/www.associazioneilcartello.it/home/index.php on line 115
Il Cartello per la promozione e diffusione delle arti » Artisti
Antiche Fornaci Giorgi - cotto fatto a mano, dal 1735 a Ferentino - sponsor principale Associazione Il Cartello per la promozione e diffusione delle arti


galleria degli artisti frintinu me nn't muri' amo le nuvolette - an award winning empty box Officina dell'arte di Acuto
 

Giancarlo Canepa

Pubblicato il 26 giugno 2007 in Artisti

Studio e recapiti:

Giancarlo Canepa

via XX Settembre, 31 – 03013 – Ferentino – Fr

Cellulare +39.349.21.27.127



Oreste Datti: il Califfo ciociaro

Pubblicato il 25 giugno 2007 in Artisti

Oreste Dattì è un artista ciociaro popolare,  protagonista di numerose manifestazioni e kermesse artistiche, in provincia e non. Il cantante ferentinate, dipendente comunale, un passato da calciatore nelle file del Colleferro, A. S. Ferentino ed Anagni, ex vigile urbano, meglio conosciuto con lo pseudonimo de… “Il Califfo Ciociaro”, canta ed interpreta le canzoni/poesia e i divertenti monologhi a mò di prosa del cantautore Franco Califano, al quale è anche legato da fraterna amicizia, essendo anche padrino di battesimo del figlio. La popolarità di Oreste ha avuto grosso impulso qualche anno fa in seguito all’esibizione su RaiUno nella trasmissione in prima serata “I Raccomandati”, al Teatro delle Vittorie in Roma: partecipava con la canzone filosofica “Tutto il resto è noia”. Ha ottenuto in seguito apprezzamenti dalla critica e riconoscimenti in manifestazioni pubbliche, feste di piazza ed eventi artistici anche di risonanza, come “Il Festival Voci Nuove 2004”, il  concorso nazionale per nuovi artisti  “Star Sprint 2005” , “Volti Nuovi per la Canzone 2006” e nel meeting musicale ANCA 2007.

Grazie alla sua tenacia e passione per il canto e la musica, maturata sicuramente un pò tardi, ma uscita fuori con veemenza nonostante le avversità che la vita gli ha portato ad affrontare, il nostro Dattì esterna i suoi stati d’animo e mette in discussione le sue doti artistiche, anche grazie allo studio del canto e del solfeggio, con Patrizia Marescotti, Laura Celletti e Eleonora Caliciotti della scuola di Musica “Cesare Sterbini” di Ferentino. Nell’ultimo periodo molteplici le kermesse artistiche che hanno avuto …”Il Califfo Ciociaro” ospite; tra le più belle e partecipate, citiamo: “Sogno di Mezza Estate”, ormai un classico appuntamento a Veroli, la “Festa Azzurra” in piazza a San Giorgio a Liri; a Ferentino, suo paese natale, ha partecipato alla “Sagra della Pizza”, la “1^a festa della Birra”, ”Festa di San Celestino”, “Otto Arte”, “Festa al parco Granillo”, “Festa dell’Addolorata”, “Otto’brata d’Autore”, “Festa di S. Martino a S. Antonio”, “San Valentino a… Ferentino”, “Carnevale a S. M. Gaudenti”, “Arte è Donna”, ed infine alla “Festa di S. Barbara” a Boville. Organizza e si esibisce poi in innumerevoli tappe regionali dei concorsi di bellezza nazionali: “La più bella del mondo”, “Fotomodella d’Italia”, “Star of the Year”, “Miss Estate Italia”, “Miss Tirreno”, “Miss Shining Star” “Miss Star Sprint” e “Miss ciociaria” svoltesi in diverse piazze e località delle regione.

Un comitato di quartiere a Ferentino lo ha eletto il personaggio artistico dell’anno premiandolo in qualità di ospite canoro nel locale concorso di bellezza “Miss Ferentino”; ha cantato nella sfilata di moda commemorativa “Per Alessandra sotto le stelle” seguita da tantissimi spettatori ed in diversi saggi delle scuole di danza della provincia dove, oltre a cantare, ha presentato. Passaggi televisivi delle performance del “Califfo ciociaro” sono stati trasmessi da emittenti locali, come Lazio TV,  SL 48 di Pontinia, Tele Meridiana ed ultimamente Tele Universo dove, nella trasmissione “Zona Martufello”, condotta dal famoso comico. Ultima soddisfazione è quella di avere una canzone inedita , “Il bicchiere di malinconia”, testo originario scritto dall’amico Andrea Cercola, rivisitato dalla cantautrice Silvana Astolfi, arrangiata e musicata da Aurelio Picciotto in stile soft melodico. Un altro brano inedito, dal titolo “La mia donna”, è in fase di ultimazione.

Un artista poliedrico quindi, che oltre a cantare si è rivelato manager di spettacoli locali ed attore. E’ stato il promotore di iniziative artistiche ben organizzate e riuscite come la “1^ Festa della Birra”,  “Il Festival Artistico dell’Epifania” e “Il festival artistico di ferentinati in canzoni e musica”. Collabora con le associazioni culturali “Il Giglio” ed “Il Cartello per la Promozione e Diffusione delle Arti”, con la quale, in qualità di cantante e conduttore, è stato protagonista a Thun ed a Berna, in Svizzera, durante la manifestazione “Giornate Italiane dalla Ciociaria, Terra di Mito e Sacro” nello spettacolo musicale folk “Eccoci qua”, manifestazione artistica per “Ciociari in Terra straniera” organizzata dall’Associazione culturale “Il cartello” e  patrocinata dal Consolato Italiano di Berna, dalla Provincia di Frosinone e dal Comune di Ferentino. Il prossimo 9 luglio è stato inserito nel cast artistico di cantanti che a Roma, in una serata speciale di solidarietà a livello nazionale, organizzata dall’Associazione Nazionale contro l’Alcolismo (A.N.C.A.).

In qualità di attore ha interpretato la parte del centurione romano nel film “Un uomo di nome Ambrogio”, ispirato alla vita del Santo Patrono di Ferentino. Nel film “Quella sporca guerra in Ciociaria del 1944”, mandato in onda da “SKY”, ha recitato nelle vesti del parroco di paese, Don Antonio.


Pietro Celani

Pubblicato il 24 giugno 2007 in Artisti

Pietro Celani è nato a Ferentino (FR) nel 1974. Si è diplomato presso l’Istituto d’Arte di Anagni nel 1993 e nel 1998 in Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Attualmente è docente presso il Liceo Artistico di Cassino.
Dal 1994 organizza e partecipa a varie rassegne artistiche esponendo in spazi pubblici e privati.

1994 – Ferentino

1996 – Ferentino, Alatri, Roma (Premio Maurizio Marchese- collettiva), Mattinata (FG) (Premio Nazionale per l’Incisione- collettiva)

1997 – Ferentino, Milano, Frosinone, Pavarolo (TO) (Premio Biennale di Pittura Felice Casorati a Pavarolo- colletiva), Fiuggi

1998 – Ferentino (“Otto Arte” – prima edizione, realizza un’installazione nel borgo di S. Lucia)

1999 – Alatri, Ferentino (“Contemporanea”- collettiva a cura di L. Fioretta e L. Rea)

2001 – Ferentino (“Otto Arte”, quarta edizione, S. Antonio Abate)

2002 – Ferentino (“Otto Arte” – quinta edizione, Villa Tani), Frosinone, Anagni

2003 – Parabita (LE) (“Parabita chiama l’arte”- realizza un’installazione nel borgo), Fiuggi

2004 – Frosinone – Isola del Liri – Veroli – Acuto (“XL art Rigenerazione”-collettiva itinerante a cura di L. Rea); Roccasecca (realizza con un collega artista il monumento ai Caduti della IIa Guerra Mondiale)

2005 – Fiuggi (“Tracce di se” collettiva a cura di L. Rea); Isola del Liri, Castro dei Volsci, Ferentino (“Otto Arte” – ottava edizione), Cassino, Frosinone

2006 – Frosinone (“Tracce discrete”- personale presso gallery 113 di Rigenerazione), Frosinone (“Presenti Assenti”- collettiva presso la Villa comunale a cura di A. Sanna), Aquino

2007 – Roma (“Sospensioni di bianco e di nero”- personale presso galleria Studio Arte Fuori Centro a cura di L. Rea); Anagni (“Tra le antiche volte” – collettiva a cura di L. Rea); Roma (“Tandem” – collettiva presso galleria Studio Arte Fuori Centro a cura di L. Rea); Porciano (“Otto Arte” – decima edizione)

Vive e lavora a Ferentino.


Davide Pro

Pubblicato il 24 giugno 2007 in Artisti

un modo differente, sperimentato e rigoroso, di affrontare materiali naturali con implicazioni non solo fisiche; manipolati, accostati e proposti in forme simboliche e naturalistiche.

i materiali naturali: ciliegio, olivo, olmo, pietra locale, non vengono lavorati. sono presentati con le alterazioni prodotte dalla natura. nelle sculture c’è il riassunto di simboli e memorie che davide pro è riuscito a riproporre con la propria sensibilità ed il proprio intuito, quasi legato all’idea della continuità espressiva che il materiale ha in sè.

lavora con il materiale, raccolto, quando è abbandonato. lo sguardo attento, cerca lungo il viottolo di un bosco o sulla cima di un monte, la materia. la stessa racconta la propria storia attraverso la forma naturale che è visibile. è questa una prima fase concettuale e citazionista che davide pro ha seguito e poi formalizzato nei propri lavori. ci racconta forme e simboli che sono già segni nel “materiale usato”.

la pietra con la propria corposità e porosità, il tronco con venature e colore, assumono ritmi che penetrano nelle forme scultoree accennate e nette. il ricordo storico ci riporta ad Henry Moore: … come l’osso che il tempo ha pulito, il sasso che la corrente ha trapanato e levigato sono le forme archetipe della mitologia di Moore: la materia ha una sua storia, ed è questa che la plasma, la costituisce in forma” [giulio carlo argan].

davide pro nei suoi lavori ha fatto propria la poetica che le opere di moore ci trasmettono. è nei materiali trovati, lavorati dal tempo, che poi sono stati costruiti dal sogno e dimensionati nell’orizzonte dell’autore, che ritroviamo il senso delle opere esposte. e i totem, sculture antropomorfe, ovali, vanno oltre lo spazio dove sono stati collocati.

antonio coppotelli, a proposito dell’esposizione di davide pro nella sala-mostra dell’associazione culturale “paolo e. borsellino” a ferentino.

per informazioni:

Davide Pro
scultore
via Borgo Belvedere, 46
03013 – Ferentino – Fr
tel. +39 0775 245916


sii mecenate!

L’associazione Il Cartello per la promozione e diffusione delle arti Ti ringrazia innanzitutto per aver cliccato su questo articolo.

Gaio Cilnio mecenate (Arezzo, c. 68 a.C. – 8 a.C.), nato da un’antica famiglia etrusca, fu un influente consigliere di Ottaviano Augusto.

Formò un circolo di intellettuali e di poeti che protesse, incoraggiò e sostenne nella loro produzione artistica. Fra questi si possono annoverare Orazio, Virgilio e Properzio. Molte opere di questi poeti sono a lui dedicate.

Con questo suo atteggiamento egli contribuì efficacemente ad elevare il tono della vita letteraria e culturale dell’era di Augusto.

Sii anche tu Mecenate.

I quadri e le fotografie che vedi nel nostro archivio sono ovviamente in vendita, puoi contattare gli artisti scrivendo un commento sul sito. Ma costruire e mantenere questo archivio ha dei costi che, con i tempi che corrono, l’Associazione non riesce a sostenere. Se ti sei divertito partecipando ad una delle nostra attività, oppure se hai apprezzato la qualità del nostro lavoro, o se ancora hai goduto dell’ingresso [sempre] gratuito, potresti donare l’equivalente di una pizza o di una birra.

Se invece sei un artista che ha partecipato ad una delle nostre manifestazioni, potresti apprezzare il fatto che la tua ricerca personale è messa in rilievo, ed il tuo lavoro esposto in un sito internet di qualità. Una piccola donazione è poi l’occasione per inviarci nuove foto, o per una piccola intervista personale.

Cliccando sull’apposita immagine, potrai utilizzare il servizio PayPal per il trasferimento di denaro. E’ un sistema sicuro, facile e veloce.

“Sii mecenate!” è un progetto dell’associazione Il Cartello per la promozione e diffusione delle arti e del collettivo amolenuvolette.it.




« Pagina precedente





al cartello stanno fuori col cervello - i dieci migliori momenti della storia dell'associazione dieci anni di coerenza creativa - scarica il dvd commemorativo la categoria in cui sono inclusi i migliori video delle nostre performance
il report sulle penose condizioni della scuola paolini realizzato da marco infussi un esperimento di social networking